fbpx
Home / Posts Tagged "cioccolato"

Tutta l’energia del Cibo degli Dèi tra sostenibilità, solidarietà e choco trip nelle Terre del Cacao, maxi sculture di cioccolato, special guest, laboratori e tanto divertimento a tema.

Sarà la popolare formula di Einstein E=mc², giocosamente reinterpretata in Eurochocolate = molto cioccolato, ad accompagnare la prossima edizione Indoor del Festival Internazionale del Cioccolato, in programma dal 13 al 22 ottobre 2023 presso Umbriafiere a Bastia Umbra (Perugia). Se, come Einstein ha insegnato, una piccolissima quantità di materia racchiude un’enorme quantità di energia, ciò è particolarmente vero per il cioccolato che ne è, da secoli, tra le fonti più amate. Ed è proprio sull’affascinante e ancora poco conosciuta materia prima da cui il cioccolato ha origine, il cacao, che, tra presenza attiva di produttori internazionali e progetti di solidarietà, si concentrerà uno dei focus di questa edizione.

 

 

tre padiglioni di Umbriafiere, facilmente raggiungibili grazie ai rapidi collegamenti viari, accolgono nuovissime aree tematiche caratterizzate da importanti scenografie: la Chocolate Experience, il Chocolate Show e il Funny Chocolate. Didattica, intrattenimento, degustazioni guidate, gioco, laboratori, animazione e un grande emporio del cioccolato animeranno la visita dei chocolovers. Golosi omaggi attendono tutti i possessori dei ticket interi d’ingresso, a partire dal Choco Blocco da ben 200 gr, al quale si aggiungono il napolitain firmato Plenitude e i due assaggi offerti da Lindt. I biglietti sono acquistabili sul sito www.eurochocolate.com o direttamente sul posto durante l’evento.

Protagonisti di Eurochocolate sono anche quest’anno Regione UmbriaComune di Perugia, Comune di Bastia Umbra e Sviluppumbria a cui si uniscono AssoGAL e i Comuni di Gualdo Tadino e Giano dell’Umbria. In prima linea anche importanti sponsor del mondo del cioccolato e non solo che contribuiranno ancora una volta alla realizzazione del dolce evento.

 I tre padiglioni tematici

Percorrendo il Padiglione 7 dedicato alla Chocolate Experience sarà possibile immergersi in un percorso Tree to Bar alla scoperta della lontana Playa de Oro in Ecuador: un territorio di circa 11.000 ettari in piena foresta amazzonica – raggiungibile solo dopo un’ora di traversata via fiume in canoa a motore – dove una tenace comunità di produttori coltiva il pregiato cacao fino y de aroma. Ad accogliere il pubblico, all’ingresso dello spazio, la maxi riproduzione della storica borraccia rinvenuta nel sito archeologico dei Mayo-Chinchipe e grazie alla quale è stato possibile ridatare a ben 5.450 anni fa il primo utilizzo del cacao alimentare in Ecuador. Gli amanti del Cibo degli Dèi saranno quindi guidati all’interno di uno scenario suggestivo, con la possibilità di partecipare a un’originale Cerimonia del Cacao o al nuovo CabossaLab, fino a cimentarsi nella preparazione live di golose prelibatezze presso l’esclusiva Fabbrica del Cioccolato firmata FBM e magistralmente condotta dai cioccolatieri di Be Well. Ma c’è di più: quest’anno, all’interno del Laboratorio sarà possibile partecipare alle mini sessioni di lavorazione del cioccolato Be Experience iscrivendosi on line su eurochocolate.com/bewell-be-experience o direttamente in evento.

Sempre atteso il ritorno delle Sculture di Cioccolato, uno degli appuntamenti più amati dal pubblico di Eurochocolate, che consentirà di assistere, durante i due Sabati e le due Domeniche, alla lavorazione live di quattro maxi blocchi di cioccolato Icam da 11 quintali l’uno, pronti a prendere forma grazie alla maestria di abilissimi scultori, per poi rimanere esposti durante l’evento.

Il racconto proseguirà presso i due esclusivi palchi a tema. Il primo è dedicato ai Cooking Show, con protagonisti rinomati chef, pasticceri, cioccolatieri ed esperti: Saranno Frau ed Ernst Knam i primi super ospiti in programma Sabato 14 Ottobre, rispettivamente alle ore 12 e alle ore 14. Domenica 22 Ottobre alle ore 15 sarà il goloso gelato al cioccolato monorigine Ecuador 70% su stecco firmato Luca Montersino a deliziare occhi e palato del pubblico grazie a un’imperdibile degustazione finale. Montersino sarà presente in evento anche con uno stand al Padiglione 7, dove presenterà la sua linea di gelati svelandone novità e segreti. Ad arricchire il fitto calendario dei live show anche la presenza di 6 Maestri APEI-Ambasciatori Pasticceri dell’Eccellenza Italiana. Infatti, grazie alla rinnovata collaborazione con l’associazione fondata da Iginio Massari e Gino Fabbri che raccoglie le migliori professionalità e le eccellenze più esclusive della pasticceria e del mondo del dolce, ad avvicendarsi sul palco tra Lunedì 16 e Domenica 22 Ottobre alle ore 12 saranno Eugenio Morrone, Francesco Elmi, Salvatore Varriale, Denis Buosi, Paolo Staccoli Francesco Mastroianni.

 

 

Tante dolci novità anche nel Chocolate Show, il padiglione 8 destinato alla vasta proposta di prodotti in vendita, per un totale di 153 aziende e circa 5.000 referenze, a partire dalla nuova creazione firmata Costruttori di Dolcezze, Rompere in caso di astinenza: l’originale tavoletta composta da una romantica composizione di cuori in cioccolato e abbinata a un simpatico martelletto da sfoderare all’occorrenza per compensare repentine carenze d’affetto.

Il divertimento e le suggestioni offerte dal cioccolato non si fermano qui. Anche il Padiglione 9 Funny Chococolate infatti, attraverso la creativa presenza di Costruttori di Dolcezze, si rinnova e qui troverà spazio Albert Einstein con lo show dal titolo Albert e il mistero del cioccolato quantistico: esperimenti, laboratori e giochi basati su enigmi a tema che, ispirandosi al format dell’escape room, approfondiranno caratteristiche e curiosità del goloso Cibo degli Dèi coinvolgendo grandi e piccini. Gli appuntamenti quotidiani sono frutto della collaborazione con Accademia Creativa e Cronos. Inoltre, il pubblico di Eurochocolate avrà modo di liberare la propria creatività con tanti divertenti laboratori manipolativi adatti a tutte le età: Attacca Bottone, nella grande merceria a tema dove realizzare dei dolcissimi bottoni di cioccolato; Mustachoc per creare dei golosi baffi di cioccolato da portare a casa; Montmaître divertendosi a dipingere con il cioccolato nei suoi vari colori e sfumature, insieme a componenti e colori naturali; Choco in Casa dove la scatola di cioccolatini si trasforma in una golosa casetta da realizzare, decorare e riempire di golose prelibatezze.

 


Il programma completo: www.eurochocolate.com

La Pasqua è alle porte e tutti si accingono a mangiare uova di cioccolato: al latte, fondente o bianco poco importa. Ma conoscete tutte le sue caratteristiche e la sua storia?

Se ti chiedessi di nominare – a bruciapelo – un prodotto dolce, sono convinto che mi risponderesti: «Il cioccolato» o comunque un preparato che lo contenga. Sarei curioso di sapere qual è stato il tuo primo pensiero: scrivimelo se ti va! Ma il cioccolato possiamo ironicamente definirlo come la risposta corretta a tutte le domande. Lo affermiamo noi oggi, ma in realtà i primi a pensarlo furono i Maya e gli Aztechi che, oltre 3.000 anni fa, cominciarono con la coltivazione della pianta del cacao da cui poi si è arrivati alla produzione del cioccolato. Le più celebri leggende associano il cioccolato alla dea della fertilità, al punto che veniva offerto in tributo, insieme all’incenso, alle divinità della loro religione.

 

Lo chef Alessio Berionni

 

Secondo una leggenda azteca, la pianta del cacao fu donata dal dio Quetzalcoatl agli esseri umani per alleviare la fatica. Sappiamo ora che le fave di cacao contengono in effetti alcaloidi coma la teobromina e anche delle proprietà energizzanti. In quantità minore, caffeina. Elevato, inoltre, il suo potere antiossidante, a cui vengono attribuite anche virtù antidepressive, grazie alla presenza di serotonina, sostanza coinvolta nella regolazione dell’umore. Ricco di vitamine e minerali, il cacao contiene inoltre flavonoidi che influiscono sui livelli di colesterolo e arreca benefici anche per la salute cardiovascolare. Di contro, è sconsigliato nelle persone soggette a ipertensione e nervosismo, nonché ai bambini al di sotto dei tre anni. I preziosi semi arrivarono in Europa dopo il quarto viaggio di Cristoforo Colombo, ma è solo dalla prima metà del Cinquecento che Hernán Cortés, il conquistatore del Messico, iniziò una vera e propria importazione di questa nuova merce nel vecchio continente. Da quel momento, la bevanda, allora consumata con aggiunta di zucchero, anice, cannella e vaniglia, ebbe lo strepitoso, esponenziale successo che tuttora detiene.
Nel Seicento il cacao inizia a essere prodotto anche in Italia, soprattutto a Firenze e a Venezia, ed è grazie alla scuola torinese che nel 1819 Francois-Luis Cailler fonderà la prima fabbrica svizzera di cioccolato. Successivamente, nei primi anni del Novecento, il genovese Bozelli metterà a punto una macchina per raffinare la pasta di cacao, mentre l’olandese van Houten s’ingegnerà a trovare il modo di separare il burro di cacao. Nel 1865, a Torino, Caffarel, mescolando cacao e nocciole, avvierà la produzione di cioccolato gianduia, mentre una decina di anni dopo lo svizzero Daniel Peter inventerà il cioccolato al latte. La prima produzione di cioccolato fondente, avviata a Berna nel 1879, si deve invece a Rodolphe Lindt, mentre a Frank Mars l’invenzione della prima barretta al cioccolato, apparsa a Chicago nel 1923.
Il cioccolato è, nella sua forma originaria nonché attuale, il cioccolato fondente, un preparato di polvere di cacao, burro di cacao, vaniglia e zucchero. Per ottenere cioccolato al latte, agli stessi ingredienti si aggiunge del latte (o in polvere o condensato) mentre, per il cioccolato bianco, si integra egualmente il latte, ma non si impiega la polvere di cacao.

 

Fondente, al latte e bianco

Adesso, invece, spostiamoci sulle tipologie di cioccolato e l’impiego consigliato in funzione della preparazione. Regola sempre valida in cucina è: al di là dello specifico tipo, acquistare materie prime di qualità è la base per un grande risultato. Il cioccolato, come ingrediente principale per altre preparazioni, può essere usato nelle sue tre grandi categorie: fondente, latte, bianco.
Sono amante di quello fondente 98% e lo uso per uno dei miei cavalli di battaglia, una mousse al cioccolato fondete, affumicato e accompagnato da un caramello salato croccante.

Tutto il programma della nuova edizione primaverile presso gli storici Giardini del Frontone.

È una dolce meta al gusto di cioccolato quella che attende a Perugia tutti gli amanti del Cibo degli Dèi. Con l’arrivo della Primavera, nella suggestiva cornice del Capoluogo umbro, si terrà infatti la nuova edizione primaverile del popolarissimo Festival Internazionale del Cioccolato. Ispirato alla Pasqua e alle sue golose prelibatezze, A Passo d’Uovo è il claim del nuovo format tutto da scoprire, dal 25 marzo al 3 aprile presso gli storici Giardini del Frontone.

 

Foto by Eurochocolate

 

Tanto buon cioccolato e imperdibili attività a tema si preparano ad accogliere i fedelissimi chocolover: dall’immancabile Chocolate Show con oltre 40 espositori dei migliori prodotti in cioccolato, al ricco calendario di degustazioni, cooking show e laboratori, fino all’accogliente Oval Bar by Domiziani dove fermarsi per una dolce pausa relax. In quest’area saranno posizionati 18 tavoli a forma d’uovo e diversi oggetti con texture e colori legati al mondo del cioccolato realizzati dagli artigiani di Domiziani, azienda umbra leader nella lavorazione della pietra lavica da più di 30 anni.

Il programma

Entrando nel dettaglio del programma, tutti i giorni, lo spazio dedicato agli Special Event attende i golosi per dolci incontri ravvicinati sotto la guida esperta di Maestri Pasticceri e Cioccolateri. Il ricco calendario di appuntamenti è realizzato in collaborazione con voglioCioccolato, che propone degustazioni di cioccolato fondente proveniente dai Paesi più lontani e varie occasioni di approfondimento per imparare a riconoscere tutte le note aromatiche dell’amatissimo Cibo degli Dèi, con Dulcinea e il suo Guarda e Impara, mentre il Maestro Pasticcere Federico Anzellotti accompagnerà il pubblico in un’imperdibile Chocolate Adventure: il dolce “euforia”. Inoltre, Il Cioccolato buono che fa bene a cura di Laerbium e Il Trittico secondo Tortamivia a base di cioccolato, olio e sale, laboratorio di alta pasticceria della giovane cake designer ucraina Anastasia Cherednychenko.

Foto by Eurochocolate

E ancora, tra i Choco Lab proposti, Praline in corso con il Maître Chocolatier Nicola Maramigi, protagonista anche degli appuntamenti esperienziali A 4 mani per mettersi alla prova nella creazione di dolci prelibatezze. Mani in pasta anche in compagnia di Peccati di Gola e dei suoi A scuola di cucina e ll piacere di imparare. Si prosegue con le full immersion Alla scoperta del gelato firmate Mastro Cianuri e con i golosi abbinamenti tra Vino e Cioccolato, a cura di Assosommelier e Umbria Top, e tra Grappa e Cioccolato a cura di ANAG – Associazione Nazionale Assaggiatori Grappe e acqueviti, in abbinamento al Cioccolato Vanini. Tutti gli appuntamenti sono gratuiti, con prenotazione obbligatoria online.

Tante anche le iniziative che l’evento dedica al suo giovanissimo pubblico. Saranno infatti ben otto le aree Choco Funny dedicate ai più piccini e ai loro genitori, per un goloso intrattenimento a tema che fonde gioco e didattica. E ancora, tanti divertenti giochi per dare libero sfogo alle inesauribili energie di cui il cioccolato è tra le fonti più amate. Si va quindi dalla Caccia all’Uovo al Tiro all’Uovo, tentando di centrare un originale bersaglio a tema, passando per la Pesca all’Uovo presso il piccolo specchio d’acqua presente all’interno dei Giardini, fino all’originale Maratova, una divertente Corsa con i Sacchi di juta utilizzati per trasportare il cacao. Per tutti i partecipanti golosi omaggi in cioccolato! Ma c’è ancora molto e molto altro…

 


Il programma completo