fbpx
Home / Tempo libero  / Itinerari  / Gli Abati e il bibliotecario

Gli Abati e il bibliotecario

di Marco Pareti

Non stiamo facendo riferimento al celebre romanzo di Umberto Eco Il nome della rosa, dove s’intrecciano omicidi, Chiesa, veleni, frati e libri, ma a un piacevole accaduto di qualche tempo fa.

Il vostro inviato lacustre ha avuto il piacere di incontrare Francesco Girolmoni, diligente addetto alla Biblioteca Comunale Vittoria Aganoor Pompilj di Magione, nonché persona di una straordinaria sensibilità caratteriale e intellettuale.

 

Atlante geografico

Atlante geografico (1819) redatto dall’Abate Bartolomeo Borghi

Orgoglioso nel farmi vedere la sua biblioteca, tra l’altro ottimamente organizzata, mi ha mostrato delle fantastiche chicche librarie di grande pregio e valore storico-culturale: dapprima l’Atlante geografico (1819) redatto dall’Abate Bartolomeo Borghi nato nel territorio magionese, esattamente a Monte del Lago; l’opera ha le caratteristiche di essere stata, al tempo, sia il primo atlante italiano sia la raccolta cartografica mondiale più aggiornata dopo il Congresso di Vienna. A seguire l’Album Monumentale del viaggio del Papa Pio IX nella provincia di Perugia con illustrazioni dell’Abate Raffaello Marchesi, cittadino di Magione. Il libro contiene tavole e immagini dei principali monumenti e luoghi d’arte della metà dell’Ottocento del territorio umbro. È datato 1857 e ci troviamo nel periodo immediatamente precedente all’Unità d’Italia. Documenti straordinari, è stata una bella emozione vederli da così vicino!

 

Francesco Girolmoni

Francesco Girolmoni, bibliotecario della Biblioteca di Magione

 

Durante l’incontro, Francesco Girolmoni ci ha confessato: «Sono solo molto curioso e mi piace conoscere e approfondire tutto ciò che suscita questa mia curiosità. È molto semplice, al resto ci pensano i volumi conservati nel nostro archivio, i fondi speciali e le raccolte epistolari. Quello che più mi rende felice è il grande interesse che molti laureandi mostrano visionando questa preziosa documentazione».
Quando andrete a visitare la Biblioteca di Magione, troverete un bibliotecario che vi trasmetterà, con sagace delicatezza, tutta la passione e la dedizione per il suo lavoro.

The following two tabs change content below.

Marco Pareti

Si definisce estrusco , in quanto nato nella Capitale da padre umbro di Tuoro sul Trasimeno e madre toscana di Cortona. Da sempre è affascinato dai territori intorno al Lago Trasimeno. Appassionato di foto, cinema, storia e viaggi, è attratto dalla cultura enogastronomica dei luoghi visitati e dagli usi e costumi locali. Laureato in Pedagogia, ha scritto libri, ideato e organizzato eventi e mostre. Per AboutUmbria Magazine scrive di eventi e territorio.

Ultimi post di Marco Pareti (vedi tutti)