fbpx

Acquasparta: “La Festa del Rinascimento” entra nel vivo con la Giostra dei Tamburi e il Gioco dell’oca

Sabato 15 giugno l’appuntamento è con il convegno “Federico Cesi, i Lincei e il Tesoro Messicano: storia di un libro” organizzato con il contributo del Museo Galileo di Firenze, mentre alla sera andrà in scena la Giostra dei Tamburi sonanti, sfida tra i tamburini delle contrade a colpi di bacchetta. Domenica 16 giugno saranno coinvolti i più piccoli con il Gioco dell’Oca dei bambini e in entrambe le giornate verrà allestito il Mercato Rinascimentale con prodotti della tradizione umbra.

Proseguono gli appuntamenti del fitto calendario della XXV edizione de La Festa del Rinascimento di Acquasparta (Tr) che per le giornate di sabato 15 e domenica 16 giugno propone un importante convegno dedicato al Tesoro Messicano seguito da un’appassionante sfida a colpi di bacchetta tra le contrade, con la Giostra dei tamburi sonanti e un’occasione di coinvolgimento dei più piccoli nel Gioco dell’Oca dei bambini.

 

Iniziativa di approfondimento culturale, legata al tema delle “Rivoluzioni”, filo conduttore della XXV edizione de La Festa del Rinascimento, sarà il convegno dal titolo Federico Cesi, i Lincei e il Tesoro Messicano: storia di un libro, in programma sabato 15 giugno alle ore 17 nella Sala del Trono di Palazzo Cesi. Organizzato con il contributo del Museo Galileo di Firenze, il convegno sarà incentrato sull’opera Rerum Medicarum Novae Hispaniae Thesaurus, altrimenti nota come il “Tesoro Messicano”, pubblicata nel 1651 dall’Accademia dei Lincei, grazie all’impegno di Francesco Stelluti, e configurata come una raccolta di centinaia di tavole colorate e illustrate dedicate a piante, minerali e animali del Nuovo Mondo, con particolare riferimento alla “Nuova Spagna” – l’attuale Messico – lavoro derivante dalle ricerche condotte sul territorio, a partire dal 1570, dal “protomedico delle Indie” Francisco Hernandez incaricato da re Filippo II di Spagna.

Introdotto e moderato da Roberto Ferrari del Museo Galileo di Firenze, l’incontro vedrà l’intervento di: Michele Camerota, professore ordinario di Storia della Scienza presso l’Università di Cagliari, che svilupperà il tema Federico Cesi, i Lincei e la nuova scienza; Marco Guardo, direttore della Biblioteca dell’Accademia Nazionale dei Lincei, che illustrerà Il Tesoro Messicano: elaborazione e diffusione; Marta Stefani e Valentina Viglieri, ricercatrici del Museo Galileo di Firenze, che parleranno di “Non un libro ma un thesoro: un database sulle piante del Tesoro messicano”.

Sempre nella giornata di sabato 15 giugno, con inizio alle ore 21.30 in piazza Federico Cesi, andrà in scena la Giostra dei Tamburi sonanti, una delle gare in cui si confrontano le contrade di Acquasparta nei quindici giorni della Festa, che consiste in una grande sfida a colpi di bacchetta tra i gruppi di tamburini delle contrade, accompagnata dall’esibizione degli sbandieratori di Amelia.

 

Il programma de La Festa del Rinascimento proseguirà poi nella giornata di domenica 16 giugno con un’iniziativa pensata per il coinvolgimento dei più piccoli, Il Gioco dell’Oca dei bambini, previsto alle ore 21.30 in piazza Federico Cesi. Una riproposizione vivente del gioco da tavolo le cui origini, nella sua versione moderna, risalgono alla seconda metà del Cinquecento. In entrambe le giornate del secondo fine settimana de La Festa del Rinascimento sarà, inoltre, allestito in corso Federico Cesi a cura della Pro Loco di Acquasparta il Mercato Rinascimentale che, dalle ore 18, proporrà al pubblico in degustazione e vendita prodotti della tradizione artigianale ed enogastronomica del territorio e di tutta l’Umbria.

La XXV edizione de La Festa del Rinascimento è organizzata dall’Ente Il Rinascimento ad Acquasparta in collaborazione con il Comune di Acquasparta, il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Terni e Narni e realizzata anche grazie al contributo di Befood Srl, Cosp Tecno Service Soc. Cooperativa, LENERGIA S.p.A., Colacem, Sabatino Tartufi, Seci srl, Il Fattore Umbro e delle numerose attività commerciali, strutture ricettive e ristorative della città di Acquasparta.\