fbpx
Home / Cultura  / Arte  / Foto e versi per raccontare le donne

Foto e versi per raccontare le donne

di Marco Pareti

Con un grande riscontro di pubblico, il Progetto Donna vede Donna, con la sua mostra itinerante fotografica corredata da versi che riflette il mondo femminile attraverso l’obiettivo e la penna di donne che descrivono altre donne, è alla sua seconda tappa: Deruta.

Sabato 8 febbraio, presso la Sala Consiliare comunale, gremita di persone, c’è stata la presentazione del Progetto Donna vede Donna, in cui sono intervenuti il sindaco Michele Toniaccini, l’assessore al Sociale Cristina Canuti, l’assessore alla Cultura di Magione Vanni Ruggeri, Valter Sembolini, A.D. della Cooperativa Pescatori del Trasimeno, Francesca Caproni, direttrice del GAL Trasimeno-orvietano, Giovanni Montani, il sindaco di Acquasparta, la bellissima cittadina che ospiterà una delle prossime tappe della mostra – al momento ci sono 14 richieste tra Comuni, Enti e Associazioni, sia in Umbria sia fuori dai confini regionali e nazionali – Paolo Ricciarelli, presidente della Proloco Deruta.
Le finalità della mostra Donna vede Donna sono quelle di descrivere, con foto (prevalentemente ambientate al lago Trasimeno) e versi, le varie sfaccettature femminili e di mettere in risalto la dolcezza, la bellezza e la centralità sociale delle donne, aborrendo ogni forma di violenza.

 

mostra fotografica

Mostra fotografica

 

Nella stessa occasione è stato presentato il catalogo della mostra, edito da Morlacchi, accompagnato dalla declamazione delle poesie scritte dalle poetesse protagoniste del progetto Donna vede Donna, con la lettura da parte di Alessandra Di Cesare, Francesca Tuscano e Laura Adriani e da una serie di suggestivi video realizzati da Stefano Fasi. L’evento derutese prevede – come da progetto – oltre la mostra internazionale fotografica corredata da versi, quattro incontri letterari, in cui vengono dibattute tematiche al femminile che prendono spunto dalle presentazioni di libri riferiti all’universo femminile.
Il primo, domenica 9 febbraio, ha riguardato con successo la presentazione del libro Non è colpa mia – Voci di uomini che hanno ucciso le donne di Lucia Magionami e Vanna Ugolini, edito da Morlacchi, con la partecipazione di Massimo Pici, Presidente dell’Associazione Libertas Margot, Chiara Giussani, vicepresidente dell’Associazione Franca Viola–Coordinamento Donne Todi, in un costruttivo dibattito con gli intervenuti sulle tematiche riguardanti i femminicidi e la violenza di genere.

 

Progetto Donna vede Donna

Il programma dell’evento

Domenica 16 febbraio alle 16,00 sarà la volta della Ragazza del canneto di Marco Pareti, poi sabato 22 febbraio alle 16,00 presenteranno Laura Adriani il suo La gigante bambina e Francesca Tuscano i suoi Gli stagni di Mosca e Thalassa, domenica 23 febbraio, con inizio alle ore 17,00, un reading con gli autori della Bertoni Editore, di opere riguardanti la sfera femminile.
La mostra Donna vede Donna è ospitata in centro storico derutese, nella splendida Antica Fornace Grazia. L’esposizione è rivolta a tutti, adulti e bambini, e soprattutto pensata per sensibilizzare i giovani attraverso un messaggio positivo e gioioso, sull’importanza e la rilevanza della donna nella vita quotidiana e nei suoi molteplici ruoli.
Il progetto è coordinato dal vostro inviato lacustre e ideato insieme a Marina Sereda, mentre Stefano Fasi è il coordinatore fotografico e direttore artistico con la collaborazione di Graziella Mallamaci. Trasimeno in Dialogo e Ars Cultura sono i progetti culturali e sociali sui quali poggia il messaggio di Donna vede Donna, con il supporto del GAL Trasimeno-orvietano.
Le fotografe sono nove, amatoriali e professioniste, italiane, russe e albanesi: Sara Belia, Roberta Costanzi, Elena Kovtunova, Antonella Marzano, Lorena Passeri, Rita Peccia, Antonella Piselli, Anastasia Trofimova, Renilda Zajmi. Le cinque autrici sono di origine italiana, russa e giapponese: Sara Belia, Naoko Ishii, Graziella Mallamaci, Mariapia Scarpocchi e Marina Sereda.
La mostra, ospitata presso l’Antica Fornace Grazia nel Centro Storico, è aperta dalle 10,30 alle 12,30 e dalle 15,30 alle 18,30 nei giorni di sabato e domenica fino al 23 febbraio compreso. Durante l’apertura della mostra, saranno presenti alcune protagoniste, fotografe e scrittrici, come guide d’eccezione all’esposizione collettiva.
La prossima tappa sarà a Perugia con l’inaugurazione della mostra prevista il 28 febbraio alle ore 17,30 a Palazzo della Penna. Interverranno l’assessore alla Cultura Leonardo Varasano, il giornalista Sandro Allegrini e l’artista Floriana La Rocca.

The following two tabs change content below.

Marco Pareti

Ultimi post di Marco Pareti (vedi tutti)