fbpx

Associazione “Federico II Umbria” riceve il Premio Italia Medievale

Un importante riconoscimento nazionale è arrivato all’Associazione umbra Federico II di Svevia Hohenstaufen, nata a Perugia  nel 2018 dall’impegno di un gruppo di storici e appassionati studiosi umbri che condividono interessi e obiettivi comuni.

Il sodalizio ha infatti ottenuto il prestigioso Premio Italia Medievale 2020, un riconoscimento annuale che dal 2004 viene assegnato a personalità, istituzioni e privati che si sono particolarmente distinti nella promozione e valorizzazione del patrimonio medievale del Paese. Un’iniziativa che sostiene concretamente l’impegno di coloro che operano per la ri-scoperta e la ri-nascita di un’epoca per nulla buia e barbara, come ancora troppo spesso si vorrebbe far credere.

 

 

“È per noi motivo di orgoglio e soddisfazione – commenta il presidente Calogero Alessi – che ci ripaga degli sforzi profusi, i quali, anche se siamo una giovane associazione, sono notevoli. Voglio ricordare che lo scorso anno abbiamo messo a segno con grande successo un convegno ad Assisi, per ricordare l’incontro di Francesco nel 1219 con il Sultano Malik Al-Kamil, con cui Federico II trattò la pacifica soluzione della VI crociata.  Il risultato della XVII edizione del Premio Italia Medievale era già stato annunciato domenica 27 settembre scorso al Festival del Medioevo, ma ora è arrivata la notizia ufficiale. È un bel viatico anche per il nuovo impegno che ci attende, un convegno in programma per novembre sui rapporti tra Frate Elia da Cortona, San Francesco e l’Imperatore Federico II, che è sempre al centro dei nostri interessi”.

Oltre ad alcuni riconoscimenti speciali, sono sette le sezioni nelle quali si articola il Premio Italia Medievale, dall’editoria all’arte, allo spettacolo, al turismo, al multimediale, passando per i gruppi storici e per le istituzioni. La cerimonia di consegna degli attestati ai vincitori della XVII edizione del Premio Italia Medievale 2020 si terrà sabato 28 novembre nella prestigiosa Sacrestia del Bramante nella Basilica di Santa Maria delle Grazie a Milano.