fbpx
Home / Posts Tagged "musica"

Una finestra aperta sulle eccellenze del nostro territorio, eventi positivi all’insegna di amicizia e solidarietà, troppo spesso trascurati, che contribuiscono a rendere migliore la nostra Comunità. I Lions Clubs, la più grande organizzazione umanitaria al mondo, presente in oltre 200 Paesi, segue questa etica: Dimostrare, con l’eccellenza delle opere e la solerzia del lavoro, la serietà della vocazione al servizio.


 

Nella solidarietà trova il massimo compimento il motto della Presidente Letizia Mezzasoma per l’annata 2023/24: La Bellezza del Donare. Non è quindi per caso che la prima iniziativa dopo l’insediamento di giugno sia stata addirittura ad agosto l’iniziativa Real EyesSport per i bambini non vedenti o ipovedenti e a settembre Alza la testa con la Cultura in collaborazione con la Caritas, seguite a dicembre dal Clementina Day, abbinato al primo torneo di Padel e il cui ricavato è stato interamente devoluto all’Istituto Serafico di Assisi.
L’Annata Lionistica 2023/24 del L.C. Perugia Host, sotto la guida della Presidente Letizia Mezzasoma, è iniziata con il sostegno convinto ed entusiasta al Campo Estivo organizzato dal Real Eyes Sport presso il Sacro Cuore di Perugia dal 27 al 31 agosto 2023.

 

 

Il Camp è stato il prologo della nuova stagione sportiva di Spazio al Gesto, un progetto di Daniele Cassioli che vuole consentire a bambini ipo e non vedenti di avviarsi alla attività sportiva, ludica e laboratoriale. Il L.C. Perugia Host ha fornito con gioia un importante sostegno economico ed organizzativo con la collaborazione dei giovani del Leo Club di Perugia che, guidati dal neo Presidente Edoardo Renzi, sono stati sul campo per aiutare, sostenere e consentire a 15 famiglie di ripetere l’esperienza che si era interrotta solo causa Covid e che era iniziata nel 2020. In quella data, alcuni genitori avevano voluto replicare a Perugia la prima edizione svoltasi a Tirrenia e che già dallo scorso anno ha visto fra i protagonisti il L.C. Perugia Host grazie alla convinta adesione dell’allora presidente Pino Famà al quale si deve l’avvio a questa collaborazione.

 

Foto by Real Eyes Sport

 

Tre anni dopo quell’estate, i giovanissimi primattori di Spazio al gesto Estate, con formula residenziale o giornaliera, sono diventati ambasciatori dello sport per ciechi e ipovedenti avvicinandosi all’atletica, al baseball, al nordic walking e all’attività in acqua ma soprattutto condividendo intere giornate con coetanei, specifici operatori, studenti dell’Università di Perugia guidati da Moira Sannipoli e, naturalmente, i preziosissimi volontari, fra i quali i nostri giovani Leo.
Una esperienza di vita arricchente come poche che ha potuto contare sui patrocini del Dipartimento di Filosofia, Scienze Sociali dell’Università degli Studi di Perugia, la collaborazione con l’ASD Viva di Perugia e il Centro di Consulenza Tiflodidattica di Assisi oltre che sull’importante contributo del Lions Club Perugia Host.

 

Foto by Real Eyes Sport

 

Quella di Perugia è stata una quattro giorni dedicata alla memoria di Caterina Procopio, vulcanica insegnante della scuola primaria e dell’infanzia, anche lei affascinata dall’entusiasmo ma soprattutto dalle concrete opportunità seminate da Daniele Cassioli, e che, prima che un male incurabile la portasse via, ha voluto trapiantare nella sua Perugia, con al fianco da subito Francesca Piccardi e Serena Bruno, il credo di Real Eyes Sport.

 

Foto by Real Eyes Sport

 

Il L.C. Perugia Host, per la sua particolare sensibilità ed attenzione all’area vista, nel contribuire a questa preziosa attività, ha voluto condividere la solidarietà verso giovani svantaggiati, il desiderio di rendere un servizio importante, il piacere di regalare il sorriso a giovanissimi piccoli atleti insieme al Presidente di Spazio al Gesto Daniele Cassioli (componente della Giunta del Comitato Italiano Paralimpico) che, non vedente dalla nascita, in virtù dei 25 titoli mondiali, 27 titoli europei e 41 titoli italiani conquistati è considerato il più grande sciatore nautico paralimpico di tutti i tempi e che con i suoi libri Il vento contro, Milano, DeAgostini, 2018 – Insegna al cuore a vedere, Milano, DeAgostini, 2022 – vuole far arrivare il suo messaggio a chi non sente senza essere sordo e non vede senza essere cieco” e far comprendere che con l’amore, l’entusiasmo, la determinazione, il coraggio si possono abbattere tutte le barriere e realizzare anche i sogni che sembravano impossibili.

Alza la testa con la Cultura

 

 

Sabato 16 settembre presso il Centro Commerciale Collestrada all’insegna di Alza la testa con la Cultura si è svolta una raccolta di materiale scolastico a favore delle famiglie e dei ragazzi sostenuti dai 5 Empori della Solidarietà della Caritas Diocesana.
Grazie ad una grande partecipazione sono stati raccolti 14 scatoloni di cancelleria che come recita la nota della stessa Caritas sono “rappresentativi di 2.650 pezzi tra quaderni, astucci, album da disegno, calcolatrici, zaini e molto altro per un valore complessivo di oltre 3.000 euro”.

Il pieno successo dell’iniziativa trova eco nella stessa nota che si conclude: “Insieme possiamo prenderci cura dei nostri fratelli in difficoltà e aiutarli a rialzare lo sguardo verso l’alto! Grazie di cuore a Lions Club Perugia Host, Ipercoop Collestrada, Coop Centro Italia, Lino Le Voci e Letizia Mezzasoma per aver organizzato e promosso l’iniziativa”.
La grande soddisfazione della Presidente, di tutto il Club Perugia Host e dei giovani del Leo Club di Perugia che si sono distinti per la presenza, l’impegno ed il cuore che hanno messo in gioco, è nella consapevolezza di aver dedicato una giornata grazie alla quale molte famiglie hanno iniziato l’anno scolastico con maggiore serenità portando con sé un tangibile messaggio di amicizia e solidarietà.

Nel sito ufficiale si legge “Aiutaci a portare avanti i progetti di sostegno agli oltre 12.000 poveri accompagnati da Caritas Diocesana. Ridoniamo insieme dignità a chi l’ha perduta”. È stata solo una goccia, ma i mari e gli oceani sono fatti da gocce che il L.C. Perugia Host continuerà a donare a questi nostri sconosciuti Amici perché diventino un mare di solidarietà, amicizia e fratellanza.

 

 

Clementina day

Si è tenuta sabato 25 novembre 2023, presso il Padel Arena di Marco Materazzi, la prima edizione del Torneo di Padel Clementina day , un evento sportivo di carattere benefico organizzato dal Lions Club Perugia Host in collaborazione con il Charing Golf Tour per sostenere il progetto #inaiuto, un fondo sospeso pronto a intervenire tempestivamente per dare sollievo alle famiglie delle persone con disabilitàhttps://www.serafico.org/progetto-inaiuto-con-le-cure-sospese-colmiamo-le-distanze-economiche-e-sociali/ dell’Istituto Serafico di Assisi. L’evento è un arricchimento del Clementina Day, un momento di grande solidarietà e condivisione del Lions Club Perugia Host, giunto alla sua dodicesima edizione.

 

 

“Quando il cuore incontra lo sport e abbraccia la vita si possono realizzare cose che apparentemente sembrano impossibili” ha dichiarato la presidente del Serafico, Avv. Francesca Di Maolo.

 

 

Il Clementina day si realizza grazie alla disponibilità e generosità di Lino Le Voci, uno dei Soci del L.C. Perugia Host e della sua Famiglia, che ogni anno mettono a disposizione del Club una eccellenza del loro territorio: le clementine. Il contributo offerto da soci ed amici in cambio delle clementine viene donato in beneficenza. Quest’anno il Clementina day è stato condiviso anche con i L.C. Perugia Augusta Perusia, L.C. Maestà delle Volte, L.C. Deruta, L.C. Fonti di Veggio, L.C. Perugia Concordia, L.C. Città di Castello Host.

 

 

Il connubio Clementina Day – Sport è un esempio di un cammino insieme per sostenere un’eccellenza del nostro territorio, riferimento non solo nazionale ma anche internazionale, per tutte quelle Famiglie che affidano alle competenze dell’Istituto Serafico di Assisi la cura di chi amano. “Da tanti anni il Lions Club Perugia Host e Charing Golf Tour si prendono cura dei ragazzi del Serafico – ha aggiunto – ma ciascuno lo ha sempre fatto seguendo un proprio percorso. Oggi, per la prima volta, queste due splendide realtà si sono incontrate e hanno dato vita a questo week end così speciale. È meraviglioso che il Serafico sia diventato il luogo di incontro di tante persone che pur non conoscendosi tra loro condividono gli stessi valori, credono in un destino comune e nella forza della fraternità e, soprattutto, che si ritrovano insieme prendendo per mano i più fragili” ha aggiunto Francesca Di Maolo ringraziando Lino Le Voci del Lions Club Perugia Host, la sua Presidente Letizia Mezzasoma e Claudio Ongis di Charing Golf Tour, i promotori dell’iniziativa.

 

Sabato 27 gennaio alle 17.30 appuntamento nel cartellone della stagione concertistica degli Amici della Musica di Perugia e della Fondazione Brunello e Federica Cucinelli. In programma musiche di Malipiero, Ravel e Beethoven.

Nuovo appuntamento con la stagione concertistica degli Amici della Musica di Perugia e della Fondazione Brunello e Federica Cucinelli. Sabato 27 gennaio, alle 17.30 alla Sala dei Notari si esibirà il Quartetto di Cremona (Cristiano Gualco, violino, Paolo Andreoli, violino, Simone Gramaglia, viola, Giovanni Scaglione, violoncello), che ha da poco ha celebrato i vent’anni della sua attività con un primo concerto alla prestigiosa Carnegie Hall di New York.

 

 

Sabato l’ensemble proporrà il Secondo degli otto Quartetti di Gian Francesco Malipiero, opera di raro ascolto, l’animato e “spagnoleggiante” Quartetto in fa di Maurice Ravel e quello che è forse il più noto degli “ultimi Quartetti” di Ludwig van Beethoven, l’op. 132 in la minore.

Ospite regolare delle principali società concertistiche italiane (è al suo quarto concerto per gli Amici della Musica ), il Quartetto si è esibito negli ultimi anni a Praga (Rudolfinum), Istanbul, Madrid (Fundación Juan March) e per la Chamber Music Society del Lincoln Center di New York.  In campo discografico, il complesso ha pubblicato l’integrale dei Quartetti di Beethoven, seguito nel 2019 da un doppio CD di pagine di Schubert (con il violoncellista Eckart Runge) e nel 2020 da Italian Postcards (Avie).

Una finestra aperta sulle eccellenze del nostro territorio, eventi positivi all’insegna di amicizia e solidarietà, troppo spesso trascurati, che contribuiscono a rendere migliore la nostra Comunità. I Lions Clubs, la più grande organizzazione umanitaria al mondo, presente in oltre 200 Paesi, segue questa etica: Dimostrare, con l’eccellenza delle opere e la solerzia del lavoro, la serietà della vocazione al servizio.


“La Bellezza del Donare”, il motto che sintetizza l’annata 2023/24 della Presidente Letizia Mezzasoma, in occasione del Natale non poteva che indirizzare il L.C. Perugia Host verso il prossimo con il Concerto di Natale del M° Mastrini in favore del “Comitato per la Vita Chianelli” con la “Festa degli Auguri” per regalare il “Giocattolo Sospeso”, il “Libro Sospeso” e conferire il Melvin Jones a Don Marco Briziarelli.

Il 22 dicembre 2023 nella cornice della bellezza senza tempo della Basilica di San Pietro, il Maestro Maurizio Mastrini, eccellenza del nostro territorio, ha generosamente offerto la sua professionalità e il suo talento per concludere nella sua amata Perugia con il Concerto di NataleSolidarietà la chiave del successo – organizzato dal Lions Club Perugia Host il suo trionfale Baci Maurizio Mastrini International Tour 2023. Il ricavato è stato interamente devoluto al Comitato per la vita Daniele Chianelli, per concorrere alla realizzazione del nuovo Residence.

 

 

Maurizio Mastrini senza dubbio ha un approccio creativo al pianoforte, dotato di tecnica eccelsa va ben oltre il look originale, il pianista eremita, l’artista capace di suonare i grandi della musica classica al contrario. Per alcuni un visionario, per altri un genio assoluto è considerato dai critici uno dei maggiori pianisti e compositori del panorama musicale e strumentale internazionale,

 

Maurizio Mastrini. Foto: Michele Benda

 

A dicembre 2020 con singolo Butterfly ha anticipato l’uscita di Lockdown con una esibizione al pianoforte registrata a Castelluccio di Norcia (anche su YouTube) con questa sua dedica vocale: «Potremmo dimenticare il tuo nome, potremmo dimenticare la tua città, potremmo dimenticare la tua età, quello che non dimenticheremo mai sarà il tuo altruismo, il tuo amore verso il prossimo. Ogni farfalla che incontreremo svolazzante e colorata da oggi sapremo che sarà la tua anima. A tutti i medici, infermieri e al personale sanitario che con il sacrificio della propria vita ha saputo combattere e aiutare chi stava vivendo la propria guerra contro il Covid19 immensa gratitudine. Maurizio Mastrini».

 

Maurizio Mastrini. Foto: Michele Benda

 

Il M° Mastrini negli ultimi dieci anni ha tenuto più di 700 concerti in tutto il mondo, vanta più di 32 milioni di ascolti solo su Spotify, la sua tournè Hugs International Tour 2022/23 lo ha visto impegnato in 41 tappe in tutta Italia e all’estero (Spagna, Polonia, Parigi, New York). Vestito di bianco, con capelli rasta sugli occhi, scalzo, con la sua musica vuole entrare in contatto con l’anima di chi lo ascolta in concerti che si concludono nella commozione di tanti suoi spettatori. Molte delle composizioni del Maestro sono udibili in tutto il mondo in spot pubblicitari, documentari, servizi giornalistici di diverse emittenti televisive.

 

Maurizio Mastrini

 

In un anno Lionistico in cui la attuale Presidente del L.C. Perugia Host Letizia Mezzasoma ha scelto come tema “la bellezza del donare e non solo”, il Concerto di Natale ha riunito tre eccellenze del territorio in nome della solidarietà in uno dei luoghi simbolo della città di Perugia.

La presidente Letizia Mezzasoma e Maurizio Mastrini

È stato come affrontare un meraviglioso viaggio nei molteplici volti della bellezza di cui il nostro territorio è straordinario protagonista e custode: la bellezza dell’arte, della storia, della cultura della Basilica di San Pietro a incorniciare la bellezza del cammino nel servizio, nella promozione della cultura e nel donare di cui il L.C. Perugia Host è protagonista da quasi 70 anni; la bellezza dello straordinario talento e sensibilità del Maestro Maurizio Mastrini, non solo artista di fama internazionale in grado di evocare emozioni profonde nell’animo umano, ma anche attivo interprete nella costante valorizzazione del suo amato territorio; la bellezza della solidarietà del comitato per la Vita Daniele Chianelli che da oltre 30 anni si prende cura, con una pluralità di azioni concrete, del sostegno di chi soffre e lotta per la vita tanto da rappresentare un punto di riferimento nazionale.
L’evento è stato possibile grazie alla Fondazione per l’Istruzione Agraria di Perugia che ha concesso l’autorizzazione allo svolgimento all’interno della Basilica di San Pietro, ai contributi determinanti di Alessandra Parlani (componente del C.D.), dei Soci Emilio Venuti, Loredana Virdis, Giovanni Gigliotti, Andrea Marchini e in particolare di Luigi Cozzari che ha testimoniato, ancora una volta, la sua concreta generosità e disponibilità nei confronti del L.C. Perugia Host facendo realizzare a mano un oggetto unico ed esclusivo: una grande chiave d’argento, simbolo dell’apertura della porta del nuovo residence, omaggio del Perugia Host al M° Mastrini che apre il proprio cuore e quello dei suoi ammiratori all’incanto della Musica.

 

 

Iniziativa di concreta solidarietà del Perugia Host che si inserisce in un contesto molto ampio a testimoniare la costante e continua attenzione alla nostra Comunità in generale e ai più deboli in particolare. Prova ne sia che il 16 dicembre 2023, in occasione de La Festa degli Auguri che il L.C. Perugia Host ha organizzato presso la splendida Tenuta Montenero (Deruta), grazie alla generosità dei Soci, è stato portato a conclusione il tradizionale service il Giocattolo Sospeso a cui da quest’anno si è aggiunto anche il Libro Sospeso. Il clima Natalizio è stato condiviso con grande partecipazione diventando particolarmente festoso quando la Presidente Letizia Mezzasoma ha ufficializzato il conferimento del Melvin Jones Fellow al Direttore della Caritas Diocesana Don Marco Briziarelli come riconoscimento del suo instancabile operato al fianco dei più bisognosi.

 

 

È stato un momento di grande commozione per tutti trattandosi della più alta onorificenza Lions, la più grande organizzazione di assistenza sociale senza scopo di lucro del mondo, ed il primo riconoscimento pubblico e ufficiale per don Briziarelli che dal 1 ottobre 2023 è il nuovo Parroco della Cattedrale di Perugia pur continuando il suo impegno nella Caritas: «Non vi libererete di me, anche se ci avevate forse sperato, invece continuo come continuerà l’impegno con il Malawi, il Kosovo, l’Unitalsi, come assistente ecclesiale, e l’Equipe Notre Dame, come consigliere spirituale… Continuiamo tutti insieme a fare un cammino al servizio della povertà, al servizio del bene comune» per poi concludere con tono meno scherzoso «So di dovervi essere padre, ma davanti alla mia famiglia mi consegno come figlio e sono anche figlio vostro».

«Oltre che con i “Musici Italiani” sto lavorando a un progetto con il maestro Giuseppe Lanzetta, il direttore dell’”Orchestra da Camera Fiorentina”. Il suo obiettivo è quello di allargare l’orchestra toscana in Umbria».

Elisa Mannucci è una giovane violinista non solo molto brava ma anche molto appassionata e con le idee ben chiare. Tra le sue tante collaborazioni in giro per l’Italia c’è quella con l’Orchestra da Camera Fiorentina diretta dal Maestro Giuseppe Lanzetta, che si sta allargando per coinvolgere anche musicisti umbri. A questo si aggiunge un nuovo progetto (Musici Italiani) con la direttrice d’orchestra Damiana Natali, nato proprio la scorsa estate e in via di sviluppo. Elisa – che suona il violino da quando ha 11 anni – è molto entusiasta di tutto e nella nostra chiacchierata ce lo racconta.

 

Elisa Mannucci

Elisa, come prima cosa le chiedo: qual è il suo rapporto con l’Umbria?

In Umbria ci sono nata e ci vivo, per la precisione a Spello. Per me è un posto rilassante, mi ricarica tra un concerto e l’altro. L’Umbria è sempre nel mio cuore anche perché offre tanta arte, piccoli borghi e paesaggi naturali unici.

 

E a livello musicale, cosa offre?

Le realtà musicali in Umbria non sono molte, una vera orchestra sinfonica non c’è. Per questo la scorsa estate la direttrice d’orchestra Damiana Natali mi ha contattato per realizzare un progetto insieme: raggruppare tutti i giovani talenti umbri sotto la sua associazione la Ars Armonica di Bergamo, per rappresentare il Centro Italia. Abbiamo fatto una prima esibizione lo scorso agosto a Spello in cui è stato presentato anche il progetto, un’iniziativa ben accolta dallo stesso Comune umbro.

 

Stiamo parlando dei Musici Italiani (MI come la terza nota della scala musicale): come si sta sviluppando?

Esatto, mi riferisco ai Musici Italiani. La scelta del nome, non solo richiama la terza nota, ma ha anche un respiro più ampio per identificarci con l’Italia intera. In questi mesi abbiamo presentato dei progetti e delle nuove iniziative in particolare nel comune di Spello. Speriamo riescano a partire… Oltre a questo sto lavorando a un altro progetto con il maestro Giuseppe Lanzetta, il direttore dell’Orchestra da Camera Fiorentina. Il suo obiettivo è quello di allargare l’orchestra toscana in Umbria per dare la possibilità ai giovani che si diplomano ai conservatori di Firenze e Perugia di avere un’orchestra sinfonica in cui esibirsi, senza per forza dover andare fuori. Per questo vorremmo creare una realtà stabile nella regione.

 

La fusione Umbria-Toscana è già avvenuta?

Sì, ci siamo già esibiti all’Auditorium di Foligno per due volte e in diversi concerti a Perugia. In un’occasione ha suonato con noi anche il famoso pianista Francesco Nicolosi.

 

Quando ha iniziato a suonare il violino?

Avevo 11 anni e ho iniziato un po’ per gioco.

 

Come mai la scelta di questo strumento?

Mio padre era molto amico di un violoncellista e un giorno mi ha portato a vedere dei ragazzi che si esibivano. Appena li ho ascoltati sono rimasta affascinata, in particolare quando suonavano tutti insieme in un’orchestra formata solo da archi. Allora ho detto: «Anche io voglio suonare così». Ho scelto poi lo strumento: le alternative erano il violino o il violoncello, ma vista la mia statura minuta, il violino era più adatto. Ricordo ancora che la prima volta che ho provato a suonarlo, non sono riuscita a fare nemmeno una nota e mi sono messa a piangere. Tutto questo è successo all’età di 9 anni. Nel frattempo mi avevano regalato un violino cinese: un giorno ho iniziato a farci qualche nota, da quel momento ho deciso di studiarlo seriamente. In questo modo è emerso il mio talento. A 12 anni avevo già le idee ben chiare: volevo fare la violinista e lavorare nel mondo della musica.

 

Elisa Mannucci durante un’esibizione

 

Quali studi ha fatto?

Ho iniziato il conservatorio a Perugia, per poi proseguire a Cesena; in questo momento mi sto perfezionando al conservatorio di Parma con la professoressa Maria Caterina Carlini, una persona eccezionale, sia dal punto di vista didattico sia umano. Le devo tutto. Inoltre seguo anche un corso a Perugia con il maestro Angelo Cicillini. La musica è uno studio continuo, non si finisce mai di impararla.

 

Quante ore studia al giorno?

Da piccola anche 6 al giorno, ora 3-4 ore.

 

Se l’Umbria fosse una musica, quale sarebbe?

Così al volo mi vengono in mente le musiche barocche di Giuseppe Tartini, che suonava dietro una tenda bianca nella Basilica di Assisi; oppure la Ciaccona di Bach per violino, che è un brano di cui mi sono appassionata. Mi suscita molto spiritualismo e l’Umbra è una terra spirituale.

 

Dove la troviamo nei prossimi mesi?

In questo periodo collaboro stabilmente con il maestro Lanzetta. Suono anche in diversi gruppi di musica da camera. Di progetti in giro per l’Italia ne ho tanti però – come dicevo prima – il mio obiettivo è quello di creare qualcosa di stabile in Umbria, così da far nascere una vera orchestra sinfonica.

Basilica di San Pietro, 22 Dicembre 2023 ore 19.00: tre eccellenze del territorio unite in nome della solidarietà, nella straordinaria bellezza di uno dei luoghi simbolo della città di Perugia.

È proprio nel volto senza tempo della Basilica di San Pietro che il Lions Club Perugia Host presenta il concerto di beneficenza di Natale Solidarietà, la chiave del successo, evento conclusivo di Baci Maurizio Mastrini International Tour 2023, tournée trionfale che, dopo aver attraversato più continenti con quasi 80 date, si conclude a Perugia per espressa volontà del Maestro, desideroso di condividere la gioia di questo straordinario successo nella sua amata Perugia.

 

Maurizio Mastrini

 

Il Lions Club Perugia Host – da sempre impegnato nella promozione e sensibilizzazione dei valori della solidarietà e della cultura – insieme a Maurizio Mastrini, uno dei maggiori pianisti e compositori del panorama musicale internazionale che ha generosamente offerto la sua professionalità e il suo talento, ha stabiliti che il ricavato del concerto sarà interamente devoluto al Comitato per la vita Daniele Chianelli, che da oltre 30 anni si prende cura, con una pluralità di azioni concrete, di chi soffre e lotta per la vita.

In un anno lionistico in cui la attuale Presidente del L.C. Perugia Host Letizia Mezzasoma ha scelto come tema la bellezza del donare e non solo, il Concerto di Natale rappresenta un meraviglioso viaggio nei molteplici volti della bellezza di cui il nostro territorio è straordinario protagonista e custode. La bellezza dell’arte, della storia, della cultura della Basilica di San Pietro; la bellezza del cammino nel servizio, nella promozione della cultura e nel donare di cui il L.C. Perugia Host è protagonista da quasi 70 anni; la bellezza dello straordinario talento e sensibilità del Maestro Maurizio Mastrini, non solo artista di fama internazionale in grado di evocare emozioni profonde nell’animo umano, ma anche attivo interprete nella costante valorizzazione del suo amato territorio; la bellezza della solidarietà del Comitato per la Vita Daniele Chianelli che rappresenta ormai un riferimento al livello nazionale.

Il L.C. Perugia Host ringrazia sentitamente la Fondazione per l’Istruzione Agraria di Perugia per aver concesso l’autorizzazione a svolgere il Concerto di Natale all’interno della Basilica di San Pietro, unitamente a tutti coloro che vorranno percorre questo viaggio nella bellezza, in nome della solidarietà e della straordinaria unicità della vita.

 


Per info e acquisto biglietti: 335 6190810

Protagonista il trio Paradisi Pecci Berazzi. Appuntamento alle 12 con ingresso libero. L’evento, voluto e sostenuto da Fondazione Perugia, è organizzato da “Omaggio all’Umbria”.

Un concerto all’interno del Tempio della Minerva, nel centro di Assisi, per avvicinarsi alla magia del Natale. L’appuntamento è per sabato 2 dicembre 2023, alle ore 12.00. Voluto e sostenuto da Fondazione Perugia, l’evento è organizzato dal Progetto Omaggio all’Umbria e vedrà esibirsi il trio Paradisi Pecci Berazzi, specializzato nella grande musica popolare. L’ingresso è libero fino a esaurimento della capienza.

 

 

Il trio è formato dal fisarmonicista Sandro Paradisi, dalla cantante Mariangela Berazzi e dal batterista Jurj Pecci. In scaletta alcune fra le più celebri canzoni popolari dal mondo, con brani, fra gli altri, di Fabrizio De André e Astor Piazzolla.

La Chiesa di Santa Maria sopra Minerva, nota anche come Tempio della Minerva o di Minerva, si trova in Piazza del Comune, nel centro di Assisi, e fu realizzata all’interno di un antico tempio romano. Patrocinano l’iniziativa il Ministero della Cultura, la Regione Umbria, il Comune di Assisi, la Diocesi di Assisi, la Camera di Commercio dell’Umbria, l’Università per Stranieri di Perugia e Unicef Italia, di cui Omaggio all’Umbria è testimonial regionale.

Il festival musicale sta per tornare con l‘edizione più grande di sempre annunciando il primo grande concerto.

Dal 3 al 7 luglio 2024, “L’UMBRIA CHE SPACCA” torna a Perugia con la sua XI edizione, pronta a solcare la rotta della creatività e dell’intrattenimento. Il festival, consolidatosi come punto di riferimento nel panorama culturale, vuole essere una piattaforma per accogliere i più grandi artisti nazionali e locali coniugando la volontà di offrire al pubblico una varietà di esperienze culturali che spaziano dalla musica all’arte con l’esigenza di offrire una vetrina ai talenti provenienti dalla regione Umbria.

 

 

I primi grandi artisti annunciati sono Salmo e Noyz Narcos, che sabato 6 luglio porteranno il loro HELLRAISERS, il tour che ripercorre i loro successi e presenta dal vivo il loro album collaborativo “CVLT” manifesto della produzione dei due rapper, sul palco di “L’UMBRIA CHE SPACCA”.

Salmo, eclettico, anticonformista e provocatorio, è stato il primo artista, ibrido tra il rap e il rock, ad esibirsi allo Stadio San Siro il 6 luglio 2022. Con sei album in studio e tre dischi dal vivo, Salmo è un fuoriclasse dei live, che unisce energia e carica sul palco a una straordinaria creatività. Noyz Narcos, considerato uno dei maggiori esponenti della scena hip hop/hardcore italiana, ha una carriera ventennale alle spalle con otto album solisti. Riesce a rinnovare costantemente la propria proposta musicale, mantenendo intatta l’estetica e l’immaginario di riferimento.

 

Salmo e Noyz Narcos

 

“CVLT”, il joint album uscito il 3 novembre e già Disco d’Oro, è un viaggio lungo 15 tracce in cui il rap si esprime attraverso diverse declinazioni senza allontanarsi dalla sua matrice originale. Il disco riflette al 100% le personalità di Salmo & Noyz Narcos, con produzioni di Luciennn, Salmo, Sine e Ford78. Tra le collaborazioni spiccano Marracash, Kid Yugi, Coez e Frah Quintale.

I biglietti per il concerto saranno in vendita online su www.umbriachespacca.it a partire da giovedì 30 novembre alle ore 15:00. L’apertura dei punti vendita è prevista per martedì 5 dicembre alle ore 11:00.

L’edizione 2024 de “L’UMBRIA CHE SPACCA” promette una serie di novità, sia nella programmazione che nelle iniziative sociali. Nei prossimi mesi saranno comunicate anche le numerose istituzioni e i partner che sosterranno questa XI edizione del festival, tra cui MIBACT, Regione Umbria e Comune di Perugia. Il festival, che si svolgerà in diversi luoghi della città di Perugia, è organizzato da Roghers Staff APS.

 


Per ulteriori informazioni:
Sito: www.umbriachespacca.it
Facebook: www.facebook.com/UmbriaCheSpacca/
Instagram: www.instagram.com/umbriachespacca/

In finale anche l’umbra Letizia Bonucci di Gualdo Tadino con “Ordine Imperfetto”. Tra gli ospiti Raf, Claudio Cecchetto, Karima, Russell Russell. Presentatore d’eccezione Luca Ward. Per il dopo festival Antonio Mezzancella.

Campi  (Andrea Campi), 26enne di Bologna con il brano “Bologna sospesa”; Giòve (Giorgia Verona), 27enne di Teramo con “Vodka e nostalgia”; Kaotika (Pietro Peloso), 22enne di Foggia con “Ma cosa ci è successo”; Ida Nastri, 38enne di Roma con “80”; Munendo, 41enne di Roma con “Zanzare”; L3TI (Letizia Bonucci), 29enne di Gualdo Tadino con “Ordine Imperfetto”; Marco Villan, 26enne di Benevento con “Senza fare rumore”; La Mandirola (Elisa Mandirola), 31enne di Pavia con “Guendalina”; Pier (Pierfrancesco Speziale), 32enne di Pescara con “L’abbraccio di Pompei”; Solochiara (Chiara Felici), 22enne di Roma con “Trovo tutto quando ti perdo”; Simone (Simone Castelluccio), 20enne di Salerno con “Mistica”; Tommy Mauri (Tommaso Mauri), 23enne di Monza con “Cast away”. Sono i nomi dei 12 finalisti (134 sono state le iscrizioni pervenute) della quinta edizione di “ProSceniUm Festival della canzone d’autore – Città di Assisi”,  il concorso canoro nazionale riservato ai giovani talenti della musica cantautoriale che si terrà sabato 21 ottobre al Teatro Lyrick di Assisi alle ore 21. La manifestazione (i biglietti sono in vendita su ticketitalia.com) sarà presentata da Luca Ward. Il famoso doppiatore ed attore sarà affiancato da Loredana Torresi che, nel “Dopo Festival” in programma domenica 22 ottobre alle ore 18 al Centro Commerciale Collestrada, salirà anche sul palco insieme all’imitatore e cantante Antonio Mezzancella.

 

 

GLI OSPITI – Tanti ed illustri saranno anche gli ospiti a partire da Raf, uno dei cantautori più amati e più noti della discografia italiana; a Claudio Cecchetto, presentatore, produttore discografico, editore e talent scout, che rivestirà anche il ruolo di presidente di giuria; a Karima, cantante che vanta una carriera straordinaria costellata di gemme preziose quali Amici di Maria De Filippi, Il Festival di Sanremo, Tale e Quale Show, I migliori Anni, su Rai 1; a Russell Russell, cantante, attore, coreografo e ballerino.

 

L’ORCHESTRA E IL PREMIO – La manifestazione, ideata ed organizzata dall’Associazione “ProSceniUm – Progetto Scenico Umbro”, vanta una propria orchestra ritmo sinfonica, diretta dal maestro  Paolo Ciacci, che accompagnerà i 12 finalisti nell’esecuzione dei brani dal vivo. L’opera d’arte figurativa che in questa edizione rappresenta il Festival, patrocinato dalla Siae (Società italiana degli autori ed editori), è stata realizzata dal maestro Stefano Chiacchella.

 

Russell Russell

 

LA GIURIA – La giuria, presieduta da Claudio Cecchetto, sarà composta da esperti del settore quali: l’autore multiplatino Piero Romitelli, l’ex direttore della sede Interregionale della Siae di Roma Alessandro Bracci, il produttore, compositore e autore Emilio Munda, il paroliere Beppe Dati, il tenore Fra Alessandro Giacomo Brustenghi e lo speaker di Radio Subasio Gianluca Giurato.

 

I SOSTENITORI – Anche quest’anno la radio ufficiale della manifestazione è Radio Subasio. La kermesse ha il patrocinio della Regione Umbria, dell’Assemblea Legislativa dell’Umbria, della Città di Assisi, di Cna Umbria e della Camera di Commercio dell’Umbria; ha il sostegno di Fondazione Perugia, di Siae e Nuovo Imaie (Istituto mutualistico per la tutela degli artisti interpreti ed esecutori).

 

LA SOLIDARIETÀ – Durante il corso della manifestazione è previsto uno speciale spazio dedicato alla solidarietà: il Premio Canticum 2023 sarà devoluto al progetto “Riaccendi La Vita”.

 


I BIGLIETTI – I biglietti per la serata sono in vendita su: ticketitalia.com.

Per informazioni: www.prosceniumfestival.it

Pagina Facebook: @ProSceniUmFestival

Pagina Istagram: prosceniumfestival

Dall’1 al 3 settembre numerosi appuntamenti a Tuoro e a Isola Maggiore Presenti tanti autori e l’attore Christian Ginepro

Tutto pronto per la terza edizione di “Giallo Trasimeno”, il festival nazionale letterario dedicato al poliziesco e al “crime” di genere in programma nell’affascinante cornice lacustre umbra, tra Tuoro sul Trasimeno e Isola Maggiore, dall’1 al 3 settembre prossimi.

L’evento vedrà la partecipazione di tantissimi scrittori ed editori provenienti da ogni parte d’Italia, che per l’occasione presenteranno i propri lavori nell’ambito di un programma intenso, non privo di molte particolarità e momenti speciali e con la partecipazione di firme di spicco del genere letterario legato al mondo dei libri gialli: da Paolo Roversi e Barbara Perna a Alessandra Carnevali e Angelo Longoni passando per Michele Navarra. Organizzata da Europa Comunica Cultura e Marco Pareti, in collaborazione con il Comune di Tuoro sul Trasimeno, il GAL Trasimeno-Orvietano e le “Pro Loco” di Tuoro e Isola e con il supporto a livello di comunicazione di RTN Web Radio-Tv, la manifestazione si svilupperà in tre giorni caratterizzati da tanta suspense e qualificata cultura.

Ricco il programma di appuntamenti che attende gli appassionati del genere noir, a partire da venerdì 1 settembre (alle ore 11) ad Isola Maggiore con la presentazione del “Club del Giallo” con Lorella Marini e Rita Boini, mentre mezz’ora più tardi si terrà invece la presentazione dei volumi “Humanitas” di Domenico Carpagnano e “Il sonno dell’acqua” della stessa Lorella Marini. Cambio di location invece per gli appuntamenti pomeridiani previsti in Piazza del Rondò a Tuoro sul Trasimeno: alle 17 i saluti delle Istituzioni locali e la sfilata di moda in giallo a cura di Shaila Sabatini., mentre alle 18.45 il programma si arricchisce con la presentazione del libro “Il peso del coraggio” (Fazi Editore) di Michele Navarra, per poi proseguire alle ore 21.15 con la presentazione del libro “Alla vecchia maniera. Il primo caso del commissario Botero” (Mondadori) di Paolo Roversi.

Nella mattinata di sabato 2 settembre Isola Maggiore vedrà protagonisti diversi scrittori, con ben due presentazioni collettive: alle 11 spazio a “Non guardarmi” di Riccardo Riccardi, “La trasfigurazione mediatica di Chiara Maffei” di Francesco Calzoni e “Sangue agli Dei” di Stefania Nosnan; altra carrellata di autori a mezzogiorno con: “Diritto di sangue” di Patrizia Calamia; “Tutte le parti del mondo” di Franco Limardi e “La quarta luna” di Fabio Angeloni.

Alle 17, invece, ancora in Piazza del Rondò a Tuoro sul Trasimeno presentazione del libro “Il segreto del calice fiammingo” (Ali Ribelli Edizioni) di Patrizia Debicke Van der Noot. Alle 18, poi, verrà presentato il libro “Il capro” (Il Saggiatore) di Silvia Cassioli.

Appuntamento serale alle ore 20.45 con la Cerimonia di premiazione della sezione “Editi” e “Racconti”, che vedrà anche il conferimento di un riconoscimento speciale alla famiglia in memoria dell’avvocato Gianmarco Cesari, recentemente scomparso. La serata si concluderà con la presentazione del libro “L’essenziale è invisibile agli occhi – Annabella Abbondante” (Giunti) di Barbara Perna.

Molto attesa anche la giornata di domenica 3 settembre che si apre alle 11 con una presentazione collettiva con protagonisti i libri “Back Home” di Leonardo Araneo, “Enigma mortale” di Francesca Fabiani, “Ti guardo” di Marco Sessi e Vanni Cigarini e “L’abbraccio della notte” di Titti Preta. A seguire spazio alla Cerimonia di premiazione della sezione “Inediti”.

Attesissimo, inoltre, l’appuntamento alle ore 17.30 in Piazza del Rondò a Tuoro con l’attore Christian Ginepro, della celebre fiction Rai “Rocco Schiavone”, che per l’occasione presenterà il suo libro “Torna da me” (Bertoni editore).

Alle ore 18.30 si prosegue con la presentazione del libro “Lo strano caso del quadro scomparso – Un’indagine del commissario Adalgisa Calligaris Vol. 8” (Newton Compton Editori) di Alessandra Carnevali; per poi concludere alle ore 21.15 con la presentazione di “L’imprevedibilità del bene” (Giunti) di Angelo Longoni.

Giova ricordare che “Giallo Trasimeno” avrà anche una finalità sociale: per l’occasione, infatti, verranno donati alcuni libri alla Biblioteca comunale e alla “Pro Loco” di Tuoro sul Trasimeno da parte della Bertoni editore che è partner dell’evento. L’intera manifestazione potrà essere seguita sul portale www.rtnradio.it e sulla pagina Facebook “Giallo Trasimeno”.

  • 1