fbpx
Home / Posts Tagged "detenuti"

Quest’anno tra le varie attività di servizio, il Club Perugia Augusta Perusia ha posto particolare attenzione alla condizione carceraria, proponendosi di realizzare dei Service a favore dei detenuti del Carcere di Capanne.

Grazie alla disponibilità e alla sensibilità della Direttrice Dott.ssa Antonella Grella, la Presidente Carla Carozzi e il Delegato di Zona 9B Antonio Cipiciani hanno portato a termine due eventi di particolare rilevanza. Nello scorso mese di dicembre, in prossimità del Natale, il Club ha organizzato un concerto, che si è tenuto alla presenza di circa 75 detenuti.

 

 

A titolo gratuito si è esibito il coro I Cantori di Perugia, accompagnato dalla Corale di Pontevalleceppi, eseguendo famosi brani musicali e dolci armonie legate al Natale, offrendo una occasione di distrazione e di emozionante astrazione dal luogo in cui avveniva il concerto. Grande la soddisfazione nel costatare il silenzio e l’emozione che si coglieva sul viso dei presenti, che, successivamente, attraverso alcuni portavoce, hanno espresso un sentito ringraziamento, accompagnato da un fragoroso e lungo applauso. È stata anche consegnata una targa al personale del carcere per il sostegno e l’apporto fornito durante il concerto natalizio.

A conclusione, il Club ha offerto a tutti i 350 detenuti (di cui circa 50 donne) prodotti dolciari natalizi, gentilmente offerti da una famosa azienda della città o acquistati dal Club stesso. In questa distribuzione non è stato dimenticato il personale di Sorveglianza, che ha permesso che l’evento si svolgesse con la massima puntualità e perfetto ordine.

 

 

Di recente, esattamente mercoledì 21 febbraio, alcuni esponenti del Consiglio Direttivo con la Presidente e il Delegato di Zona, sono tornati al Carcere di Capanne, portando una grande quantità di articoli riguardanti l’igiene della persona, offerti gratuitamente da una nota Azienda del settore, che, informata circa l’interesse del Club per la condizione dei detenuti, non ha esitato ad inviare un vero bancale di prodotti, manifestando una convinta adesione alla iniziativa.

L’attenzione del Club continuerà, forte dell’accoglienza ricevuta dalla Direttrice e da tutto il personale che lavora presso il carcere, nella convinzione che ogni essere umano ha la sua dignità e va sostenuto e rispettato, qualunque sia la sua condizione.

PerSo – Perugia Social Film Festival: nove giorni di cinema del reale, concorsi e workshop. Dal 5 al 13 ottobre Perugia diventa capitale del documentario con cinque titoli in anteprima nazionale per il concorso principale e oltre quaranta film da tutto il mondo.

«Siamo un Festival che porta novità in campo cinematografico. Proiettiamo in sala film di qualità, che difficilmente si potrebbero vedere al cinema; inoltre lo spettatore può incontrare gli autori e vivere l’ambiente del festival come se fosse una vera comunità formata da registi, addetti ai lavori e volontari». Con queste parole di Luca Ferretti, direttore artistico del Festival insieme a Giacomo Caldarelli e Ivan Frenguelli, spiega l’evento perugino.

 

Buona fortuna di Alberto Brizioli. Categoria Umbria in celluloide

 

Tutto questo e molto di più è PerSo – Perugia Social Film Festival che, giunto alla quinta edizione, attraverso il linguaggio del documentario racconta la realtà e il mondo del sociale nel suo senso più ampio e nelle articolazioni più varie.
Differente, non indifferente e resistente sono le tre parole che meglio rappresentano l’evento, che vanta quaranta titoli selezionati divisi in sei categorie, tra cui cinque anteprime nazionali.
«Si tratta di un’edizione di resistenza per il poco budget a disposizione, rischiavamo anche di non fare l’evento, ma ce l’abbiamo fatta. Abbiamo deciso di mantenere la struttura del Festival nonostante le poche risorse, riuscendo a presentare un programma aperto a diversi generi e gusti. La selezione dei film è di altissimo livello, con anteprime nazionali, europee e internazionali che toccano temi e contenuti che attraversano il panorama del cinema del reale. Il criterio di selezione ha riguardato, sia la bellezza e l’innovazione cinematografica, sia l’attualità e l’importanza dei temi trattati: un festival di cinema sociale non può prescindere dal contenuto» prosegue Ferretti.

 

J’veux du soleil, di Gilles Perret e François Ruffin. Uno dei titoli in concorso.

Numeri e novità

Una città, tre sale cinematografiche, nove giorni di festival a ingresso gratuito, sei categorie di concorsi, una rassegna dei migliori documentari della stagione (i PerSo Masterpiece), oltre quaranta titoli nazionali e internazionali in programmazione, cinque anteprime italiane, un concorso cortometraggi e una residenza artistica dedicata ai giovani cineasti. Inoltre, il PerSo Lab per il finanziamento di nuove produzioni, laboratori e workshop: tutto questo offre al pubblico l’edizione 2019, organizzata dall’associazione RealMente in collaborazione con la Fondazione La Città del Sole-Onlus.
Uniche anche le giurie composte dai detenuti della Casa circondariale di Perugia-Capanne, da persone immigrate che vivono a Perugia, oltre a quella degli studenti di cinema dell’Università degli studi di Perugia e quella del pubblico. «In carcere faremo tre proiezioni e i detenuti incontreranno i registi e assegneranno un premio al miglior documentario. Questo progetto è senza dubbio quello che ci ha regalato più emozioni e più soddisfazioni. Oltre a tutte le categorie di concorso, siamo riusciti a riconfermare anche il Perso Lab, che sostiene nuovi progetti filmici di giovani autori, contribuendo a incentivare la produzione cinematografica della nostra regione, così come Umbria in celluloide. Tra le novità: gli Audio doc di Radio Tre, un racconto documentario senza immagini che siamo felici di poter ospitare, e la Residenza artistica (in collaborazione con la Siae e il Mibac) che permetterà a sei giovani film maker di realizzare un documentario di regia collettiva che racconterà l’Umbria e i suoi personaggi» conclude Luca Ferretti.

 

Selfie, di Agostino Ferrente. Nella categoria PerSo Masterpiece

Le categorie competitive

  • Concorso internazionale per documentari in anteprima italiana (PerSo Award)
  • Concorso per documentari di produzione italiana (PerSo Cinema Italiano)
  • Concorso internazionale di cortometraggi documentari (PerSo Short Award)
  • Premio Umbria in celluloide, storie di tematica sociale sull’Umbria e/o di autori umbri
  • Concorso Percorsi/Prospettive, dedicato ai cortometraggi (sia di finzione, che di animazione e documentari) di giovani cineasti nazionali
  • Premio di sostegno allo sviluppo per progetti di film (PerSo Lab) che, oltre ad offrire un premio in denaro per sostenere un progetto filmico ancora da realizzare, offrirà un tutoraggio tecnico con un’équipe di professionisti del settore.

 


Il programma di PerSo – Perugia Social Film Festival 2019